Fuochi d’artificio, per le feste estive giro d’affari da un miliardo

261

Fuochi d’artificio e feste all’aperto caratterizzano l’estate italiana in molte localita’ turistiche. Sono impegnate in questo settore circa 9 mila imprese nazionali, +1,1% in un anno, +10,4% in cinque. Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese a marzo 2019, 2018 e 2014. E’ la Campania la prima regione per specializzazione in fabbricazione di fuochi d’artificio con una settantina di imprese. In particolare, Napoli ne conta 24, Caserta 19 e Salerno 15 su 187 nazionali. Seguono la Sicilia (30 imprese di produzione) con Catania (13) e Messina (11) e l’Abruzzo (19) con L’Aquila (8) e Chieti (6). Se pero’ si considerano anche le imprese che organizzano attivita’ di intrattenimento varie, tra cui spettacoli viaggianti, giostre e allestimento di spettacoli pirotecnici, e’ la Lombardia a balzare in testa con 1.178 attivita’ in totale (+0,7% rispetto al 2018, +19,4% dal 2014), seguita da Campania e Lazio con oltre mille.