Formazione, con “Big” giovani e manager insieme per il rilancio del settore alberghiero

160

Sono aperte fino al 6 ottobre le iscrizioni a Big (Business Intergenerational Game), il progetto promosso dal Centro di formazione management del terziario (Cfmt), finalizzato a fondere l’esperienza dei manager con le competenze digitali dei giovani appassionati del mondo business. Big si basa, infatti, su un metodo di apprendimento attraverso il quale i manager collaborano con gli studenti universitari e i laureati: ogni squadra è mista e lo scopo è cooperare per vincere, per crescere e per acquisire nuove competenze. Big è una simulazione della realtà aziendale nel settore alberghiero, un vero e proprio ‘business game’ che si sviluppa su una piattaforma tecnologica realizzata ad hoc: ad ogni squadra viene assegnato un albergo in situazione di crisi e starà ai partecipanti cercare di restituirgli un buon posizionamento sul mercato. I partecipanti, per raggiungere questo obiettivo, avranno un mese di tempo che corrisponderà a quattro anni di gestione dell’azienda suddiviso in quattro round, ogni round rappresenta un anno di gestione. Una prestigiosa giuria -formata da manager, giovani imprenditori, giornalisti, docenti e consulenti- premierà i gruppi che, meglio di altri, otterranno risultati aziendali di successo facendo leva sulla collaborazione intergenerazionale.

Il 12 dicembre a Milano si terrà, infatti, l’evento conclusivo durante il quale verranno presentati gli output formativi prodotti da Big e l’assegnazione dei riconoscimenti. Per i giovani vincitori primi classificati è previsto un Learning Tour in una struttura internazionale e 3.000 euro da spendere in corsi di formazione nelle più prestigiose università italiane, mentre per le squadre arrivate al secondo e terzo posto un riconoscimento rispettivamente di 2.000 e 1.000 euro. ”La cooperazione intergenerazionale, legata all’evoluzione sempre più rapida delle tecnologie, sta diventando per le aziende -commenta Pietro Luigi Giacomon, presidente di Cfmt- una chiave di successo fondamentale. Se è vero dunque che Cfmt è un Centro di Formazione per manager, siamo altrettanto convinti, oggi più che mai, che sia necessario coinvolgere i giovani, che altro non sono che i manager di domani, investendo concretamente su di loro”. “Per questo -aggiunge Giacomon- abbiamo voluto dar vita a questo progetto che ha comunque una doppia funzione: non saranno infatti solo i giovani a trarne beneficio, grazie a una sperimentazione diretta delle dinamiche del lavoro, ma anche i manager, che potranno avvalersi del naturale entusiasmo dei ragazzi e della loro dimestichezza con le nuove tecnologie, cogliendone più in profondità opportunità e vantaggi competitivi. In azienda vince chi sa collaborare, si tratta dunque a nostro avviso di un’iniziativa ‘win-win’ che potrà aiutare anche Cfmt a migliorare e perfezionare la sua offerta formativa rivolta ai dirigenti d’azienda”.