“Finance for Food One”, fondo da 80 milioni per le pmi dell’agroalimentare

L'obiettivo è arrivare a 200: riguarderanno la distribuzione, la ristorazione, i macchinari, l'energia rinnovabile, la tecnologia, l'informatizzazione

194

“Finance for Food” annuncia l’avvio di un fondo con una dotazione iniziale di 80 milioni, che arriverà a 200, con un programma di investimenti nel settore agroalimentare a sostegno delle piccole e medie imprese presenti sul territorio italiano. Si tratta del fondo “Finance for Food One” di Azimut Libera Impresa SGR, di cui è sponsor e advisor Finance for Food Srl, una boutique indipendente specializzata nella consulenza all’economia reale che ruota intorno al mondo dell’agricoltura.

Il Fondo è orientato, inoltre, ad investimenti in agroindustria e in tutti quei servizi che vi ruotano attorno, come la distribuzione, la ristorazione, i macchinari, l’energia rinnovabile, la tecnologia, l’informatizzazione, gli agriturismi. Investimenti sostenibili, quindi, aperti alle innovazioni e a una prospettiva che dal nostro Paese si apre all’orizzonte internazionale.

Finance for Food Srl, presieduta da Arturo Semerari, ha tra i suoi punti di forza l’approccio specializzato ai mercati di riferimento, che permette, attraverso l’impiego di database unici, di cogliere grandi opportunità in un comparto con forti asimmetrie informative. Oltre all’attivita’ di advisory a servizio del Fondo gestito da Azimut, Finance for Food Srl presta un servizio a valore aggiunto rivolto a banche, servicer e investitori in crediti collegati ad aziende agroalimentari, finalizzato alla loro valorizzazione, ristrutturazione e risanamento.