Federcontribuenti contro la lotta ai contanti: “Serve eliminare il lavoro nero”

150

“Il tema della lotta all’evasione fiscale e di dare bonus a chi usa la carta di credito o il bancomat invece del contante non è prioritario se non che si dovrebbe seriamente partire dalle basi”. Lo dice Marco Paccagnella, presidente di Federcontribuenti, secondo il quale il governo dovrebbe lavorare sul “contrasto a tappeto del lavoro in nero, con oltre 3 milioni di lavoratori costretti al nero per un mancato gettito tributario pari a 100 miliardi di euro” e poi “salario minimo superiore al rdc per tutte le categorie valevole anche per le pensioni minime, perché – rimarca Paccagnella – con 3 euro l’ora non conviene avere nemmeno un conto corrente con quel che costa figuriamoci evitare l’uso del contante”.