Disoccupati, incentivi Inps per le assunzioni al Sud

La Legge di Bilancio 2020 ha prorogato il bonus per le aziende che assumono nel Mezzogiorno. L’Anpal pubblicherà un apposito decreto

354

Sono disponibili nuovi incentivi per favorire le assunzioni di disoccupati nelle Regioni del Sud Italia. La Legge di Bilancio 2020 ha prorogato il bonus per le aziende che assumono nel Mezzogiorno. L’Anpal pubblicherà un apposito decreto per rendere operativo il nuovo Incentivo Occupazione Sviluppo Sud.

L’erogazione dei benefici previsti viene affidata, solitamente, all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. L’Inps provvede poi ad emanare un’apposita circolare per fornire tutte le istruzioni operative e contabili relative al beneficio.

Si tratta di un bonus per agevolare le assunzioni in alcune aree del Meridione italiano, che consiste nello sgravio totale dei contributi a carico dei datori di lavoro che assumono disoccupati. E’ rivolto alle aziende che decidono di assumere persone disoccupate nelle Regioni interessate dal provvedimento, ovvero Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le agevolazioni previste valgono esclusivamente per i contratti di lavoro a tempo indeterminato e di apprendistato professionalizzante.

L’agevolazione è stata prorogata per il 2020 dalla Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge Bilancio 2020). Al momento non è operativa. Occorre attendere che l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (Anpal) emani il decreto direttoriale per istituire la nuova misura ‘Incentivo Occupazione Sviluppo Sud.

Gli incentivi possono essere concessi per l’assunzione di persone disoccupate ai sensi dell’articolo 19 del d. lgs. n. 150/2015. Chi sono i disoccupati? Soggetti privi di impiego che dichiarano, in forma telematica e secondo quanto previsto dall’articolo 13 del citato decreto, immediata disponibilità al lavoro e a partecipare alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego.

Per i giovani di età compresa tra i 16 e i 34 anni, è richiesto il solo requisito della disoccupazione. I lavoratori dai 35 anni in su, invece, devono essere anche privi di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi al momento dell’assunzione agevolata, ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 20 marzo 2013. Cosa significa? Che, nei 6 mesi precedenti a quest’ultima, non devono aver avuto rapporti di lavoro subordinato della durata di almeno sei mesi, o devono aver svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato percependo un reddito inferiore a quello minimo annuale escluso da imposizione.