Coronavirus, niente “embargo” Ue sulle merci italiane

Ma alcuni Paesi, secondo quanto ha comunicato la Coldiretti, richiederebbero certificazioni sanitarie per la frutta e la verdura provenienti dal nostro Paese

247

Nessun blocco alle merci provenienti dall’Italia: sarebbe questo l’indirizzo dell’Ue, in seguito alla diffusione del Coronavirus anche nel nostro paese. Niente embargo, dunque – come riporta adnkronos.com – ma alcuni Paesi, secondo quanto ha comunicato la Coldiretti, richiederebbero certificazioni sanitarie per la frutta e la verdura provenienti dal nostro Paese, a causa dei focolai di Covid 19 in alcune zone del Nord.

A proposito delle precauzioni da prendere per i migranti salvati in mare sbarcati sulle coste italiane, le fonti Ue sottolineano come la messa in quarantena delle persone a rischio di essere state contagiate dalla Covid 19 comporta “un uso significativo di risorse pubbliche”, quindi il suo uso da parte delle autorità dovrebbe essere soppesato con attenzione, tenendo presente che “la logistica è molto complicata” e che “come strategia complessiva per contenere il contagio, è improbabile che la quarantena svolga un ruolo importante”. “Sappiamo – hanno detto – che storicamente la quarantena svolge un ruolo nel contenere o nel ritardare la diffusione del contagio. Il problema è che comporta un uso significativo di risorse pubbliche”, quindi l’opportunità di utilizzarla va valutata, considerando se “la maggioranza che va in quarantena ha la probabilità di avere la malattia”.