Coronavirus, EasyJet mette a terra l’intera flotta: «Voli solo per rimpatriare le persone»

201

EasyJet tiene ferma la sua intera flotta di aerei. In una nota ufficiale, la compagnia aerea ha reso noto di aver messo a terra la sua flotta a seguito delle restrizioni di viaggio imposte dai Governi europei in risposta alla pandemia di coronavirus: restrizioni senza precedenti, anche per quanto riguarda l’implementazione di regimi di confinamento. Un lockdown generalizzato che ha portato dunque la compagnia ad una decisione drastica.

Negli ultimo giorni Easyjet – si legge nella nota – ha lavorato alacremente per il rimpatrio di numerosi passeggeri, operando oltre 650 voli di rimpatrio e riportando a casa più di 45.000 persone. Gli ultimi voli di rimpatrio sono stati effettuati ieri. Non è escluso comunque l’utilizzo di qualche velivolo in quanto EasyJet continuerà a «lavorare con gli enti governativi per effettuare ulteriori voli di rimpatrio qualora richiesto». Secondo la Compagnia britannica però «in questa fase non è possibile stabilire con certezza una data di ripresa dei voli commerciali».