Codacons attacca le Poste: “Senza concorrenza, i servizi sono scadenti”

246

“L’assenza di concorrenza sul fronte dei servizi postali e la fallimentare liberalizzazione del settore si ripercuotono sugli utenti finali, non solo attraverso un aumento dei costi, ma anche tramite un peggioramento del servizio reso”. Lo afferma il Codacons, commentando i rilievi avanzati oggi dall’Antitrust a proposito del processo di liberalizzazione dei servizi di notificazione a mezzo posta di atti giudiziari e di violazioni del Codice della strada. “I rincari del 40% nel settore di atti giudiziari e multe hanno come unico risultato quello di far incrementare i costi generali della giustizia, rendendo di fatto impossibile per molti cittadini far valere i propri diritti nelle sedi opportune – afferma il presidente Carlo Rienzi – Più volte il Codacons ha chiesto alle istituzioni competenti di liberalizzare in modo serio ed efficace i servizi postali, che appaiono ancora ben saldi in mano a Poste: l’assenza di concorrenza porta inoltre ad un peggioramento complessivo del servizio, con i tempi di consegna della corrispondenza che si allungano ed una crescita costante delle tariffe” conclude Rienzi.