Presentati i risultati del quarto Focus relativo alle ultime stime sulla ripresa 2021 e sull’impatto del PNRR sull’economia del territorio, secondo quanto emerso dallo studio effettuato dall’Osservatorio economia e Territorio per CNA
Lombardia, CNA Veneto e CNA Emilia Romagna (il precedente Focus è stato presentato ad aprile 2021).
Le proiezioni per il 2021 raccontano di un quadro positivo per tutte le principali regioni europee, ma le prospettive di crescita sono migliori per quelle regioni nelle quali la recessione del 2020 è stata più significativa: tra queste vi sono Lombardia (+5,2%), Emilia Romagna (+5,8%), Veneto (+5,8%), nonchè le principali regioni spagnole. Diversamente, le regioni tedesche, meno colpite dalla crisi Covid del 2020, non vanno oltre il 3,5% di segno positivo.
Inoltre Lombardia, Emilia Romagna e Veneto rappresentano assieme il 41% del PIL italiano. Un sistema che vale il 54% dell’export nazionale, il 37% dell’occupazione, il 32% delle imprese. “Tre regioni trainanti per la ripartenza economica del Paese dopo il Covid – commentano congiuntamente il Presidente CNA Emilia Romagna Dario Costantini, il Presidente CNA Lombardia Daniele Parolo, il Presidente CNA Veneto Alessandro Conte – che hanno registrato fortissime perdite a causa della pandemia e che ora attendono l’applicazione del PNRR per dare un nuovo impulso alla ripresa.
Impulso che può venire solo se, pur nel rispetto delle singole peculiarità dei nostri territori, si adotteranno strategie e obiettivi comuni per dare concreta ed efficace attuazione al PNRR”