Cisl, allarme da Messina: «In due giorni istanze di cassa integrazione per oltre mille lavoratori»

Il segretario generale: «Serve un fronte comune per la salute, per i lavoratori e per le imprese»

229

“Serve un fronte comune per la salute, per i lavoratori e per le imprese”. Lo dice il segretario generale della Cisl Messina, Antonino Alibrandi. Alibrandi rende noto che “in due giorni abbiamo ricevuto 100 istanze di cassa integrazione straordinaria che coinvolgono oltre mille addetti. Bisogna ridurre al minimo l’iter burocratico e far partire subito la cassa integrazione per permettere ai lavoratori di percepire i fondi e garantire la tenuta sociale ed economica. Poi bisogna lavorare per garantire la tenuta delle imprese altrimenti il rischio sarà quello di non ritrovarci più le imprese che possono occupare i lavoratori”.