Le Borse europee chiudono positive. I mercati hanno accolto positivamente ieri il dato sull’inflazione Usa, che pur restano a livelli molto alti ha suggerito agli investitori la possibilità che la crescita dei prezzi abbia raggiunto un picco e che quindi non sia destinata a proseguire ulteriormente. Sulla scia dei nuovi record messi a segno da Dow Jones e S&P questa mattina i listini del Vecchio Continente ripartono positivi, pur con un occhio sempre rivolto all’andamento dei contagi e alle possibili prossime mosse della Fed. Ieri sera altri membri della banca centrale Usa hanno cominciato a ventilare un avvio del tapering, la riduzione degli acquisti già a partire da quest’anno. “Sarei favorevole all’annuncio di un piano alla riunione di settembre e all’inizio del tapering in ottobre”, ha spiegato il presidente della Fed di Dallas Robert Kaplan in un’intervista a Cnbc.

Milano sale dello 0,38% e conclude la settima seduta consecutiva in rialzo, Francoforte sale dello 0,72% e Parigi cede lo 0,38%. Di segno opposto Londra, che cede lo 0,35%. In Asia prevalgono invece le vendite, con Tokyo che chiude a -0,2% complici anche le prese di profitto scattate tra gli investitori dopo quattro giorni consecutivi di rialzi.