Boeri: “Si può uscire da Quota 100 senza creare danni”

287

“Esiste una terza via fra chi propone di cancellare la legge Fornero e il ricalcolo pienamente contributivo. Basterebbe evitare di avvantaggiare chi esce prima rispetto a chi decidesse di attendere: sarebbe una ragionevole scelta di equità oltre che di sostenibilità finanziaria. Si tratterebbe di ridurre la pensione di circa l’1,5 per cento per ogni anno di anticipo rispetto ai 67 anni”. Ad affermarlo è l’ex presidente dell’Inps, Tito Boeri in un’intervista a ‘La Stampa’.

Quota 100, rileva, “ha aumentato le diseguaglianze fra classi di età e di reddito, ha costretto l’Inps a mandare in giro ispettori per controllare che la gente non lavori,creato enormi buchi di organico nella scuola e nella sanità”.