Befana, si prevedono spese per quasi due miliardi e mezzo tra calze e giochi

303

Sarà un italiano su due a fare regali per l’Epifania, per una spesa complessiva di 2,3 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 2,2 miliardi di euro stimati per lo scorso anno. È quanto emerge da una ricerca del Centro studi di Confcooperative, secondo cui la spesa media per ciascun consumatore sarà pari a 80 euro. Un aumento determinato dall’effetto combinato dei saldi in corso, ma anche e soprattutto dal Black Friday e dal Cyber monday per quanto riguarda giocattoli e abiti. A farla da padrone saranno i doni per i più piccoli: giocattoli e calze piene di dolci, cioccolato ma anche carbone prodotto con zucchero italiano. Il 38% degli acquisti sarà rappresentato dai giocattoli con un +12% rispetto allo scorso anno e saranno preferiti i giochi elettronici o montessoriani che sviluppano l’intelligenza dei bimbi. Il 30% in calze per piccoli e grandi che troveranno per il 20% vestiario, il 9% viaggi per il ponte dell’Epifania e il 3% libri. Confcooperative segnala anche però ”le festività hanno acuito le difficoltà per circa 2 milioni di famiglie che vivono sotto la soglia della povertà. Si tratta di una fetta di paese per cui il Rei prima e il reddito di cittadinanza poi hanno appresentato delle prime risposte, ma non hanno ancora risolto il problema”.