Bankitalia, Daniele Franco nuovo direttore generale

267

Daniele Franco è il nuovo direttore generale di Bankitalia. Lo comunica palazzo Koch in una nota. La designazione del Consiglio superiore della Banca d’Italia, si legge, arriva in seguito ”alla nomina di Fabio Panetta a membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea”. Per il ruolo di vice direttore è stato nominato Piero Cipollone. Le nomine deliberate ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto della Banca, si ricorda, ”devono essere approvate con decreto del presidente della Repubblica, promosso dal presidente del consiglio dei ministri di concerto con il ministro dell’Economia e delle finanze, sentito il Consiglio dei ministri”.

Bellunese di Trichiana, un piccolo comune di 5mila anime, classe 1953, segno ‘gemelli’: Daniele Franco, nominato nuovo direttore generale della Banca d’Italia, ha alle spalle un carriera ‘civil servant’ d’eccellenza, tra la banca centrale e il ministero dell’Economia, dove ha ricoperto l’icarico di Ragioniere generale fino allo scorso maggio.

Già membro del direttorio in qualità di vice direttore generale di Palazzo Koch dal 20 maggio 2019, Franco in tale veste, è anche membro del direttorio integrato dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass). Laurea in Scienze politiche all’Università di Padova, due master nel cv: uno in organizzazione aziendale sempre a Padova e l’altro nel 1979 in economia all’Università di York in Gran Bretagna, Franco è stato assunto in Banca d’Italia nel 1979 è assegnato al servizio studi dove rimane fino al 1994.

Dal 1994 al 1997 è consigliere economico alla direzione generale degli affari economici e finanziari della Commissione europea. Rientrato a Via Nazionale, dal 1997 al 2007 è direttore della direzione finanza pubblica del Servizio Studi. Dal 1999 al 2007 presiede il gruppo di lavoro di finanza pubblica del sistema europeo di banche centrali. In seguito è capo del Servizio Studi di struttura economica e finanziaria e dal 2011 al 2013 è direttore centrale dell’area Ricerca economica e relazioni internazionali. Dal 20 maggio 2013 al 19 maggio 2019 è Ragioniere generale dello Stato.