Aziende con fatturato maggiore, la Cina sorpassa gli Stati Uniti

L'economia globale ha gli occhi a mandorla: il segreto non è più la manodopera a basso costo, ma l'innovazione

265

L’economia globale parla cinese. Secondo la Fortune Global 500, la tradizionale classifica sulle maggiori aziende al mondo per fatturato, le imprese della Cina superano per la prima volta quelle americane: 129 contro 121. Si tratta di un sorpasso storico, anche se va sottolineato che le entrate delle compagnie cinesi rappresentano il 25,6% del totale mondiale, ben al di sotto del 28,8% di parte statunitense. La crescita aziendale, però, è più veloce nel Paese asiatico.

Il dato appare ancora più significativo se si considera che dieci anni fa le imprese Made in China inserite in graduatoria erano soltanto 43. La classifica, stilata dalla rivista americana dal 1990, vede al primo posto ancora l’americana Walmart, seguita da Sinopec Group e Royal Dutch Shell. Buoni piazzamenti per Volkswagen, Toyota ed Apple, rispettivamente nona, decima e 11esima. La regina della capitalizzazione in Borsa, Amazon, si ferma invece al 13esimo posto. Peggio ancora fa Facebook, relegata al 184esimo posto.
Le realtà aziendali più floride del panorama cinese sono Alibaba e Tencent, con una capitalizzazione di mercato che ormai viaggia costantemente sopra i 400 miliardi di dollari. Risultati che fanno tremare le gambe anche a colossi come Google, Facebook e Amazon. Secondo gli esperti, il “segreto” di tale successo risiede in una grande rottura con il passato: a far volare la Cina non è più la manodopera a basso costo, ma l’innovazione.
(tgcom24.it)