Piazza Affari brinda all’accordo in Cdm e Atlantia guadagna fino al 21% dopo un avvio ritardato a seguito del prolungamento dell’asta di pre-apertura. L’intesa con il Governo prevede l’ingresso di Cdp al 51%, lo scorporo e la quotazione in Borsa di Aspi e la progressiva fuoriuscita di Atlantia stessa, attualmente socio di maggioranza con l’88%.