Alitalia, Uiltrasporti: “Progetto compagnia di bandiera rischia di fallire prima che nasca”

50

Il governo continua a deludere ed eludere il confronto con il sindacato e le notizie di stampa rappresentano uno scenario ogni giorno piu’ preoccupante: mentre il mercato sta ripartendo e l’aggressivita’ dei concorrenti diventa sempre piu’ forte, siamo molto preoccupati per la sorte dei lavoratori di Alitalia e altrettanto per i lavoratori del trasporto aereo”. Cosi’ in una nota congiunta il segretario generale Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, e il segretario nazionale Ivan Viglietti. “Ribadiamo da molto tempo che serve stabilire le condizioni minime per garantire un futuro alla nuova compagnia di bandiera e a tutto il sistema del trasporto aereo: e’ necessario affrontare il nodo delle asimmetrie competitive che hanno contribuito a generare la crisi dell’intero settore, urge riscrivere regole di concorrenza eque e chiare che siano rispettate da tutti”, hanno detto, sottolineando la necessita’ di rivisitare il sistema della tariffazione aereoportuale introducendo regole di trasparenza sull’erogazione dei contributi da parte dei gestori aereoportuali alle compagnie aeree, abolendo la pratica del co-marketing e attuando interventi anti dumping. “Ita deve partire al piu’ presto con una flotta adeguata di almeno cento aereomobili, manutenzione ed handling in quota di maggioranza, slot di Linate, Fiumicino e brand: siamo in prima linea per tutelare anche gli oltre 1.400 lavoratori della compagnia Air Italy che rischiano il licenziamento, per cui chiediamo il blocco immediato degli stessi e la proroga della cig”, concludono, annunciando per venerdi’ 18 giugno uno sciopero di quattro ore dell’intera filiera.