Alitalia tra “ricatti” e trattative: il salvataggio è ancora lontano

208

La federazione trasporto aereo (Fnta) che riunisce piloti e assistenti di volo di Anpac, Anpav e Anp in una lettera inviata al ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, esprimono “preoccupazione” sulla vicenda Alitalia in merito alle “gravi difficoltà” emerse e confermano lo sciopero di 24 ore del personale navigante del gruppoper il prossimo 9 ottobre. “Gli ultimi sviluppi legati all’eventuale definizione della cordata sembrano allontanare la possibilità di chiudere positivamente la trattativa in corso tra Fs, Mef, Atlantia e Delta sul piano di risanamento e rilancio di Alitalia – dicono – è urgente che la nuova Alitalia nasca con un piano industriale forte e credibile, capace di rilanciarla definitivamente sul mercato e che la porti in tempi rapidissimi a svolgere il ruolo atteso di compagnia di bandiera al servizio del Paese generando finalmente utili e benessere per i propri dipendenti provati da anni di crisi. Ci aspettiamo quindi che il Governo agisca immediatamente in accordo ai nuovi potenziali azionisti per rimuovere gli ostacoli che ancora impediscono il buon esito della trattativa e generi tempestivamente le condizioni per uscire dalla gestione commissariale oramai di fatto senza più risorse. E’ necessario che la nuova Alitalia abbia manager competenti ed adeguati a gestire le complessità proprie di una compagnia aerea”.