Agcom: “Con la pandemia è cresciuta la rete internet in Italia”

107

“Gli effetti della crisi pandemica si sono fatti sentire anche su questo settore, che ha mostrato una flessione, in termini di risorse complessive, del 4,8%. La contrazione è più marcata nella rete mobile (-5,9%), mentre la rete fissa mostra riduzioni più contenute (-3,8%)”. Lo rilva il presidente di Agcom Giacomo Lasorella.”Ciò nonostante – aggiunge – comunque, il settore nel suo complesso ha mostrato una maggiore resilienza ed una migliore capacità di tenuta rispetto all’andamento del sistema economico in generale”.

Analizzando le cifre più in dettaglio, nel mercato della rete fissa emerge l’importanza dei servizi dati, i cui introiti sono cresciuti del 2,9%, mentre sono ulteriormente calati quelli derivanti dai servizi vocali (-21,8%).Tale tendenza è riconducibile alla crescita degli abbonamenti a banda larga e a banda ultra larga – strettamente connessa al forte incremento del traffico online – la cui consistenza media ha raggiunto lo scorso anno 17,9 milioni (+2,8%). La rete internet è stata la grande protagonista dell’anno appena trascorso: un anno di pandemia in cui l’uso della rete si è ampliato e intensificato.