Accordo Abi-sindacati, cig in anticipo per lavoratori sospesi

Sottoscritta la convenzione grazie alla quale le banche erogheranno le somme degli ammortizzatori sociali previsti dal decreto Cura Italia

239

I lavoratori sospesi a causa dell’emergenza coronavirus potranno avere in anticipo la cassa integrazione. È stata sottoscritta infatti da parti sociali (sindacati e imprese), Abi (Associazione bancaria italiana) e dalla ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, la convenzione grazie alla quale le banche erogheranno le somme degli ammortizzatori sociali previsti dal decreto Cura Italia. Gli istituti di credito erogheranno fino a 1.400 euro per la Cig a zero ore di 9 settimane, riproporzionati in caso di sospensione inferiore a zero ore. Le misure sono reiterabili in caso di proroga degli articoli 19 e 22 del decreto Cura Italia. Grazie all’intesa, inoltre, il lavoratore sarà esentato dal pagamento alle banche di oneri e interessi. La conferma arriva dall’Abi che invita le banche associate, “nell’applicare la convenzione, ad evitare costi per i lavoratori che beneficeranno dell’anticipazione in coerenza con le finalità e la valenza sociale dell’iniziativa