Quirinale, arriva la mostra che attraversa la storia della Repubblica

Dal 2 giugno 36 opere e 32 oggetti in sale, cortili e giardini: arte e design nel palazzo che fu dei papi e dei re

223

Al Quirinale arrivano i repubblicani: dal 2 giugno, non a caso in coincidenza con la Festa della Repubblica, occasione di apertura del Quirinale ai cittadini, la stratificazione di opere presente nel palazzo si arricchisce di un vasto contributo contemporaneo, totalmente Made in Italy: 36 opere d’arte e 32 oggetti di design, inseriti in sale, cortili e giardini, fino ai due studi del presidente della Repubblica. Opere e oggetti che in parte saranno visibili all’interno dei normali percorsi di visita del palazzo. Fra i 36 artisti rappresentati dal progetto, sotto il titolo ‘Quirinale contemporaneo’, vi sono Burri, De Chirico, Fontana, Guttuso, Marini, Manzù, Messina, Pomodoro, Rivalta; fra i designer Albini, Aulenti, Castiglioni, Magistretti, Mollino, Novembre, Ponti, Rossi, Zanuso.

Arte e design contemporanei diventano così parte integrante della rappresentazione simbolica dell’Italia, delle sue peculiarità e delle sue eccellenze, che il palazzo della Presidenza della Repubblica offre i suoi ospiti stranieri e ai normali visitatori. Questi ultimi “sono in media cinquecento ogni giorno”, ricorda Ugo Zampetti, segretario generale della presidenza della Repubblica, che sottolinea come ‘Quirinale contemporaneo’ sia un “work in progress”, destinato a mutare e crescere, mentre “non è una mostra ne’ un’esposizione” ma “la vita del palazzo che si apre all’arte contemporanea”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here