Violata privacy dei bambini, maxi-multa da 200 milioni a Google

Il colosso di Mountain View è accusato di aver raccolto dati dei minori per inondarli di pubblicità mirata su YouTube

199

Google che ha accettato di pagare una multa di circa 200 milioni di dollari per risolvere il procedimento aperto dalla Federal Trade Commission contro YouTube, di proprietà del gigante di Mountain View, per aver violato la privacy degli utenti minorenni. La Ftc, ovvero la Commissione federale del commercio, non è altro che un’agenzia governativa statunitense, nata nel 1914 allo scopo di tutelare i consumatori.

Nello specifico, Google è accusato di aver raccolto dati dei minori – localizzazione, tipo di dispositivo utilizzato e numeri di telefono – senza il permesso dei genitori, così da inondarli di pubblicità ben mirata su YouTube. Un accordo storico, quello tra Ftc e Google (prima, però, dovrà essere esaminato dal Dipartimento di Giustizia), che segna di fatto la multa più alta mai comminata dal Children Online Privacy Protection Rule.