Strage al concerto di Corinaldo: i nomi dei 7 arrestati

267

Sono 7 le persone arrestate la notte scorsa dai carabinieri di Ancona, in collaborazione con i colleghi di Modena, Ravenna e Genova. Si tratta di Ugo Di Puorto, 19 anni, nato ad Aversa e residente a San Prospero, che all’interno del ‘Lanterna Azzurra Clubbing’ di Corinaldo avrebbe spruzzato lo spray al peperoncino rinvenuto all’interno della discoteca e sul quale i carabinieri del Ris hanno isolato il suo dna; Andrea Cavallari, 20 anni, nato a Modena e residente e Bomporto, ritenuto dagli inquirenti il capo di una delle squadre che colpivano nei locali e che, intercettato, aveva detto ai complici che si era procurato un teser; Raffaele Mormone, 19 anni, nato a Modena e residente a San Cesario Sul Panaro; Badr Amouiyah, 19 anni, nato a Modena e residente a San Prospero; Moez Akari, 22 anni, nato a Tunisi e residente a Castelnuovo Rangone, Souhaib Haddada, nato in Marocco e residente a Bomporto. Tutti e sei sono accusati di omicidio preterintenzionale in concorso e lesioni personali ai danni dei 197 feriti di quella notte e dovranno rispondere anche di associazione a delinquere finalizzata all’esecuzione di diversi episodi di furto con strappo e rapina. In carcere e’ finito, con l’accusa di ricettazione, il commerciante Andrea Balugani, 65 anni, di Castelfranco Emilia (Modena), che gestisce il ‘compro oro’ attraverso il quale, secondo gli inquirenti, veniva venduti gli oggetti di valore rubati dalla banda.