Sparatoria al Garlic Festival in California, quattro morti e 12 feriti

Un uomo ha improvvisamente aperto il fuoco sulla folla: tra le vittime anche un bambino di tre anni

183

Una festa diventata in poco tempo una tragedia. E’ quanto successo al Gilroy Garlic Festival, appuntamento gastronomico a San José in California, che richiama ogni anno decine di migliaia di persone. Un uomo ha improvvisamente aperto il fuoco sulla gente, provocando almeno quattro morti e 15 feriti. I video postati su Twitter mostrano scene di panico, con la gente che fugge sentendo in sottofondo colpi di arma da fuoco.

Una testimone, Julissa Contrera, ha parlato di un uomo bianco sui 30 anni, in possesso di un’arma semiautomatica. “Aveva un fucile, sparava in tutte le direzioni. Era in grado di sparare tre o quattro colpi al secondo” dice Contrera a Nbc. “Era preparato per il gesto” aggiunge. Secondo altri testimoni il presunto attentatore era vestito in assetto militare, con giubbotto antiproiettili e pantaloni stile militare. “Sembrava volesse uccidere il maggior numero di persone possibili”, riferisce un’altra testimone.

Tra le persone uccise figura pure il killer. A ucciderlo gli agenti arrivati dopo avere udito i primi spari. A riferirlo ai media statunitensi il capo della polizia di Gilroy Scot Smithee. La sparatoria si è verificata poco prima delle 18 di ieri (ora locale). Tra le vittime un bambino di 6 anni, Stephen Romero, in quel momento insieme alla madre e alla nonna entrambe rimaste ferite