Ryanair riduce del 25% i voli a corto raggio da e per l’Italia

La decisione della compagnia irlandese dal 17 marzo all'8 aprile in relazione all'emergenza Coronavirus

239

Ryanair ha annunciato ai passeggeri la riduzione dei suoi voli a corto raggio (principalmente da e verso l’Italia) fino al 25% per un periodo di 3 settimane, da martedi
17 marzo a mercoledi’ 8 aprile, in relazione all’emergenza coronavirus Covid-19. “La scorsa settimana, Ryanair ha registrato un calo significativo delle prenotazioni per il periodo compreso tra fine marzo ed inizio aprile, quale conseguenza del Covid-19.
Vi e’ stato anche un significativo aumento dei no-show da parte dei passeggeri, in particolare in partenza dall’Italia e su voli nazionali”, spiega la compagnia in una nota.
Ryanair non si aspetta che queste cancellazioni abbiano un impatto sulla guidance dell’anno corrente (fine marzo 2020), “ma e’ troppo presto per ipotizzare quale effetto avra’ l’epidemia di Covid-19 sui risultati del FY21”. Ryanair continuera’ a monitorare “attentamente le prenotazioni e ad adattare i suoi operativi in risposta a questa situazione in continuo sviluppo – prosegue la nota -. Ryanair sta lavorando a stretto contatto con le autorita’ competenti e sta seguendo tutte le linee guida fornite dall’OMS e dall’AESA per garantire la salute e il benessere del proprio staff e dei propri clienti”.

“In questo momento il nostro obiettivo e’ quello di ridurre al minimo qualsiasi rischio per il nostro staff e i nostri passeggeri. Mentre registriamo un alto livello di prenotazioni per le prossime due settimane, c’e’ stato un notevole calo delle prenotazioni a partire dalla fine di marzo fino all’inizio di aprile – afferma Michael O’Leary, CEO del gruppo Ryanair -. E’ quindi opportuno rivedere selettivamente i nostri operativi da e verso quegli aeroporti in cui i viaggi sono stati maggiormente interessati dall’epidemia di Covid-19. Questo e’ un momento in cui la calma deve prevalere. Faremo dei tagli ragionevoli al nostro operativo nelle prossime settimane per gestire il calo delle prenotazioni e modificare i programmi di viaggio. Tutti i clienti interessati saranno avvisati di eventuali cambiamenti di programma con almeno 14 giorni di anticipo. Mentre l’80% delle persone che contraggono Covid-19 soffre solo di sintomi lievi, il rischio di infezione puo’ essere significativamente ridotto mediante frequenti lavaggi delle mani con acqua e sapone. Continueremo a rispettare pienamente le linee guida dei governi nazionali, dell’OMS e dell’AESA, in quanto vengono periodicamente aggiornate. Informeremo il mercato a tempo debito su eventuali sviluppi significativi”.