Ponte Morandi, Conte al varo del primo tratto: così Genova rinasce

331

Ponte Morandi, comincia oggi la ricostruzione. Sono iniziate le operazioni di sollevamento della trave che sorreggerà il primo impalcato del nuovo viadotto sul Polcevera tra le pile 5 e 6. Le operazione, annunciate da un suono di sirena, sono cominciate alla presenza del premier Giuseppe Conte, del ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli, del sindaco Bucci, del governatore Toti, dell’architetto Piano che ha donato il disegno del viadotto. Presenti anche Salini e Bono per il consorzio Per Genova (Salini-Impregilo e Fincantieri) che ricostruisce il ponte.

Si tratta di una struttura lunga 50 metri, costruita in acciaio e pesa 500 tonnellate e verrà issata a quasi 50 metri di altezza. È la prima di 19 campate che costituiranno il nuovo viadotto: 16 da 50 metri e 3 da 100 metri. «È un riscatto e può suonare un po’ consolatorio – ha detto l’architetto Renzo Piano – ma non è così perché qui c’è stata una grande tragedia che non si può dimenticare. E’ proprio come l’avevamo pensato. Oggi lo variamo, i vari si fanno solo per navi e ponti”. Piano ha donato il disegno del nuovo viadotto che ricorda la chiglia di una nave».