Migrante vuole integrarsi e pulisce la strada: multa di 350 euro

A Mestre, un giovane nordafricano, Monday, è stato multato per aver pulito volontariamente le strade della città. Dovrà così pagare 350 euro perché “sprovvisto di autorizzazione dall’amministazione comunale”. E dire che lui voleva rendersi utile, aiutare la società e non dover chiedere l’elemosina. I vigili mestrini non hanno apprezzato il suo gesto e hanno fatto rispettare il regolamento comunale. “Sorpreso palesemente a ripulire la zona senza alcuna autorizzazione dell’amministrazione comunale” si legge nel verbale da loro compilato.

L’appello online per aiutare Monday – Il primo a prestare aiuto a Monday è stato Matteo D’Angelo, legale mestrino che l’ha trovato per strada in lacrime, dopo aver ricevuto la multa. D’Angelo non si spiega in alcun modo le motivazioni della sanzione: “Non si parla di ostruzione della strada, né di questua o di degrado. Monday segnala la sua presenza indossando un gilet catarifrangente e non usa neppure detergenti, che potrebbero rappresentare un problema se fossero chimici. Nel regolamento comunale non mi pare ci siano gli estremi per un simile accanimento”.

Così l’avvocato, in attesa di capire se la contravvenzione sia contestabile, ha deciso di aiutare il ragazzo a pagarla tramite un appello online. La richiesta di aiuto è rivolta ai residenti e ai commercianti della zona: “Monday ha fatto fatica a comprare la scopa e i sacchetti, chiedo a tutti di aiutarlo”, ha scritto su Facebook. “Tanti hanno già risposto e stiamo raccogliendo la somma.Se supereremo i 350 euro ogni centesimo in più lo lasceremo comunque a lui”.

Fonte: tgcom24.mediaset.it