Lotta al Covid-19, il Cnr: gli italiani hanno fiducia nell’operato del Governo

Secondo l'indagine, il 79,3% degli intervistati ritiene che l'Autorità Pubblica abbia le competenze necessarie per assumere provvedimenti

208

La maggior parte degli italiani ha riposto la propria fiducia nell’operato del Governo per fronteggiare l’epidemia di Coronavirus. E’ quanto emerge da un’indagine del Cnr. L’obiettivo generale dell’indagine e’ stato quello di studiare gli aspetti socio-comportamentali relativi alla diffusione del virus e alle misure di contrasto adottate dal Governo e dalle autorita’ pubbliche. Il 79,3% degli intervistati ritiene che l’Autorita’ Pubblica (AP) abbia le competenze necessarie per assumere provvedimenti. Viene registrato anche un parere favorevole sull’utilizzo corretto degli esperti da parte delle AP, da parte del 71,7%. Vi sono però anche delle lievi critiche e insofferenze. Lo studio, comunque, si è rivolto a cittadini italiani maggiorenni nel periodo compreso tra il 9 marzo e il 14 marzo, cioè quando le misure restrittive sugli spostamenti e le attività commerciali erano già state applicate su tutto il territorio nazionale. Inoltre, la maggior parte del campione proviene dal Centro Italia (39%), il 33% vive al Nord, il 28 nel Sud o nelle Isole e il 30% di loro da una delle Regioni maggiormente colpite dal Coronavirus.

Il 54,3% evidenzia alcune contraddittorietà nella gestione dell’emergenza e al quasi 40% degli intervistati questi provvedimenti “pesano molto” mostrando un relativo “disturbo, interferenza” nelle loro vite. Tuttavia una considerevole maggioranza (il 63,3%) non mette in dubbio la competenza delle AP.
Il campione riconosce alle la piena intenzione nel contenere il coronavirus sia attraverso provvedimenti (per il 90,2%) sia attraverso linee guida comportamentali (per l’89,1%). Il campione si esprime abbastanza nettamente su chi debba prendere le decisioni in questo momento: per il 72,8% degli intervistati deve essere il Governo nazionale. E’ interessante pero’ notare come al secondo posto ci sia la Protezione Civile e che al terzo ci sia la Presidenza della Repubblica (di fatto un’autorita’ morale piu’ che esecutiva/operativa). Solo al quarto posto il Governo Regionale.
Sullo scopo che questi provvedimenti perseguono, il campione non sembra avere dubbi: l’89% ritiene sia quello di contenere la diffusione del contagio. Mentre si negano le eventuali ulteriori finalita’ di tranquillizzare l’opinione pubblica o di creare allarmismo immotivato.