Lo scalo di Linate riapre i battenti: più sicuro e più hi-tech

Restyling concluso: il primo volo decollato dal city airport di Milano è stato il Lufthansa LH279, che ha staccato dalla nuova pista alle 6.30 volando verso Francoforte

215

Sono ufficialmente ripartiti all’alba di questa mattina i decolli dall’aeroporto di Milano Linate, dopo i primi arrivi di ieri sera, rendendo nuovamente operative anche le partenze dello scalo. Il primo volo decollato dal city airport, il Lufthansa LH279, ha staccato dalla nuova pista alle 6.30 volando verso Francoforte. A bordo una settantina di passeggeri, imbarcati dalla nuova area gate 1-8, felici di poter di nuovo atterrare e decollare a pochi passi dal centro di Milano. In totale le partenze di oggi sono un centinaio.

Linate ha (ri)spiccato il volo: i primi 64 passeggeri di un aereo Alitalia in arrivo da Roma Fiumicino sono atterrati alle 18 in punto di sabato nello scalo di Linate, alle porte del capoluogo lombardo, dopo i lavori di restyling iniziati lo scorso 27 luglio, con l’operazione ‘Bridge’ e il trasloco del ‘Forlanini’ all’aeroporto di Malpensa (Varese), e terminati come previsto dal timing tre mesi dopo.

L’aeroporto sarà rinnovato con una nuova area shopping e ristorazione, nuovi banchi check-in, gate, toilette, arredamenti e segnaletiche più intuitive, senza trascurare le tecnologie e sostenibilità. Sul fronte hi-tech, prese elettriche in ogni seduta per ricaricare device e smartphone e addio a passaporti, carte di imbarco e documenti: basterà essere identificati dalle fotocamere che riconosceranno anche la destinazione dei passeggeri. Infine, per uno scalo green e sostenibile, luci a basso consumo in tutta l’aerostazione, arredi in legno e fibre naturali.