Lavoro, Inail: “In 7 mesi +8,3% infortuni, 677 morti. Sui dati influisce il Covid”

115

Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail tra gennaio e luglio sono state 312.762 (+8,3% rispetto allo stesso periodo del 2020), 677 delle quali con esito mortale (-5,4%). In aumento le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 33.865 (+34,4%). Lo fa sapere lo stesso Istituto pubblicando gli open data dei primi sette mesi del 2021 e rimarcando che i dati mensili sono provvisori e fortemente influenzati dall’emergenza Coronavirus.