Lavora in Comune a Bibbiano, indagato per abusi su un minore

214

Abusi sessuali su un ragazzino di 10 anni. E’ l’accusa contestata a un uomo che lavora in municipio a Bibbiano, il paese reggiano simbolo dello scandalo ‘Angeli e Demoni’, il presunto giro illecito sugli affidi, vicenda con cui pero’ questo caso non ha nulla a che fare. A riferirlo e’ l’edizione reggiana del Resto del Carlino. L’indagato lavora per un soggetto terzo e non percepisce stipendio dall’ente pubblico. L’indagine, ancora in fase preliminare, e’ condotta dal pm Marco Marano che ha ipotizzato il reato di violenza sessuale aggravata su minore. Al momento non e’ scattata alcuna misura cautelare e l’indagato continua a svolgere le sue mansioni. Gli abusi risalirebbero all’estate del 2018. Ad accorgersi del comportamento anomalo del ragazzino sono state le maestre della scuola, che hanno informato i genitori. Cosi’ e’ scattata la denuncia ai carabinieri e poi alla onlus ‘La Caramella Buona’ che ha offerto alla vittima la tutela legale del caso.