Il cadavere di un neonato trovato in una valigia

271

Il cadavere di un neonato e’ stato ritrovato in una valigia a Vallo della Lucania, nel Salernitano. La macabra scoperta e’ stata fatta dai carabinieri nell’abitazione di una donna 30enne straniera, nella cittadina cilentana. La donna si era presentata presso l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania con una emorragia in corso, facendo insospettire il personale medico che ha prontamente avvertito i carabinieri. Gia’ nelle prossime ore potrebbe svolgersi l’autopsia sul cadavere del neonato.

Proseguono le indagini dopo il ritrovamento del corpo di un neonato nascosto in una valigia, in un appartamento di Angellara, frazione del Comune cilentano di Vallo della Lucania. A fare la scoperta erano stati i carabinieri della locale compagnia, dopo che nella notte era stata ricoverata nell’ospedale vallese San Luca una donna 30enne di origini moldave a causa di una forte emorragia dovuta probabilmente al parto. Subito i sanitari, insospettiti dalla vicenda, avevano allertato le forze dell’ordine che, durante un sopralluogo, hanno ritrovato il corpicino del neonato occultato nella valigia. La donna, ancora ricoverata, ma fuori pericolo, vive da tempo nel paese cilentano, impegnata come badante in una famiglia del posto. A indagare sulla vicenda e’ il sostituto procuratore di Vallo della Lucania Paolo Itri, diretta dal procuratore Antonio Ricci. Per oggi e’ stata disposta l’autopsia e proprio da quest’ultima potrebbe chiarire le responsabilita’ della donna.