Erutta lo Stromboli: replica dell’evento di luglio

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha confermato che "che non si registrano danni a cose né a persone"

188

Poco dopo mezzogiorno è stata rilevata una forte esplosione sullo Stromboli, con ricaduta di sabbia, cenere e altro materiale vulcanico. Alcuni testimoni hanno riferito che al boato è seguita un’eruzione di intensità maggiore a quella che il 3 luglio ha provocato una vittima. Al momento non si segnalano danni a persone o cose, tranne piccoli focali d’incendio sul versante di Ginostra del vulcano.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha spiegato che si tratta di “una replica dell’evento del 3 luglio”. “Alle 12.17 c’è stata una forte esplosione nella zona sommitale del vulcano con un flusso piroclastico che si è espanso in mare”, spiegano gli esperti. “Stiamo ancora analizzando i dati – dicono – quindi non è possibile stabilire se sia più o meno forte dell’ultima, al momento non abbiamo segnalazione di danni”.

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha confermato che “che non si registrano danni a cose né a persone. Sono già state attivate tutte le procedure per rassicurare la popolazione residente, ospiti e turisti e assicurare le massime condizioni di sicurezza”. “Sono stati contattati la presidenza della Regione, la prefettura e la Protezione civile e si sono immediatamente attivate tutte le forze dell’ordine, il corpo forestale e i vigili del fuoco”, ha aggiunto.

(tgcom24.it)