Coronavirus: si cercano i passeggeri della Westerdam, possibile “buco” nel cordone

C’erano anche cinque italiani a bordo: due sono residenti in Brasile, gli altri tre invece potrebbero essere in Italia. In tutto 145 i potenziali "casi"

263

Continuano ad aumentare i contagi sulla nave da crociera Diamond Princess, ferma al largo del Giappone. Ma a destare maggiore preoccupazione adesso è quanto accaduto alla nave MS Westerdam, attraccata in Cambogia dopo che vari Paesi le avevano rifiutato l’ingresso. Una passeggera statunitense 83enne è sbarcata e ha raggiunto la Malesia in aereo, risultando positiva al test. Gli oltre 2.200 passeggeri e membri dell’equipaggio sono stati fatti sbarcare a partire da venerdì scorso, con la Cambogia che ha effettuato controlli sanitari sui passeggeri e li ha autorizzati a rientrare nei rispettivi Paesi. Così poi 145 persone sbarcate si sono mosse per tornare alle loro case in tutto il mondo, dopo essere state potenzialmente esposte al virus. Un possibile buco nella rete internazionale di contenimento costruita attorno al virus che allarma gli esperti.

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica c’erano anche cinque italiani a bordo della Westerdam. Due dei cinque sono italo-brasiliani residenti in Brasile, ed è probabile che si siano diretti lì. Gli altri tre invece potrebbero essere in Italia. Dopo essere stata rifiutata da cinque Paesi dell’Asia, tra cui Giappone e Thailandia, e lasciata in mare per dieci giorni, la nave è stata fatta attraccare venerdì scorso dalle autorità cambogiane nel porto di Sihanoukville, dove il primo ministro Hun Sen si è presentato di persona ad accogliere i passeggeri.

Sale a 1.800 il bilancio delle vittime del Coronavirus. Lo rende noto il Governo cinese. Secondo gli ultimi dati, le vittime sono passate a 1.800 a causa della morte di altre 93 persone nella regione dell’Hubei, epicentro del virus. In base al bilancio giornaliero della commissione sanitaria provinciale, inoltre, ci sono stati 1.807 nuovi casi di coronavirus, un dato in calo rispetto al giorno precedente, quando i contagi registrati erano 1.933.