Coronavirus: primo caso accertato a Palermo

Stiamo parlando di una turista bergamasca: le parole di Musumeci e le misure cautelari attuate

504

Si registra stamattina nel capoluogo siciliano il primo test positivo al Coronavirus. Come riporta un post su Facebook del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci: “Abbiamo un sospetto caso positivo che è risultato tale dall’esame del tampone faringeo. Si tratta di una donna di origine bergamasca, presente in Sicilia assieme ad una comitiva turistica, arrivata a Palermo prima dell’inizio della emergenza in Lombardia. È stato allertato il 118 e confinata la persona assieme al marito e, in conseguenza del risultato, sono stati confinati tutti coloro che hanno avuto contatti ravvicinati con la coppia.” Sempre nello stesso post, Musumeci fa presente l’invio del campione, esaminato al Policlinico di Palermo, all’istituto Spallanzani di Roma per ulteriori verifiche.
Per evitare possibili contagi, l’Università degli studi di Palermo ha sospeso, in via precauzionale, le lezioni per una settimana. In attesa di nuovi sviluppi, tuttavia, gli studenti dell’ateneo si sono già mobilitati, richiedendo la possibilità di seguire le lezioni online, così come accade nelle altre università italiane, per garantire il corretto e normale svolgimento delle attività didattiche.