Arrestata a Palermo imprenditrice olandese, sarà estradata negli Stati Uniti
Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato a Palermo una cittadina olandese, ricercata in campo internazionale. La donna sarà estradata negli Usa. I poliziotti del Commissariato Oreto-Stazione, incrociando i dati delle verifiche sulle schede delle persone alloggiate in un albergo con quelli forniti dall’Interpol, hanno riscontrato la presenza di una cittadina olandese, U.M.C. di 65 anni. Nei suoi confronti pendeva un mandato di arresto emesso nel 2010, dalla U.S. District Court Northem District of Georgia, negli Usa, per “concorrenza sleale e manipolazione del mercato”, reato previsto e punito dal Codice Penale degli Stati Uniti D’America, per il quale è prevista una pena di 10 anni di reclusione. L’indagata, nel periodo compreso tra gennaio 2001 e febbraio 2006, nello Stato della Georgia, in concorso con altre persone, avrebbe creato degli schemi ad hoc per eliminare la concorrenza nel settore delle spedizioni internazionali, fissando e coordinando specifici supplementi sui costi di consegna e spedizione aerea nel mondo.