Anziano accoltellato: «Ti ammazzo leghista di m…»

202

A Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, un anziano è stato accoltellato perché accusato di essere leghista. Gino Maccaferri, 72 anni, militante della Lega in Emilia Romagna, è stato aggredito e preso a coltellate da un uomo ubriaco che gli avrebbe urlato a più riprese: «Ti ammazzo leghista di m…». Maccaferri ha riportato tagli sul viso e sul collo, una ferita in testa e una clavicola rotta. Per lui, un mese di prognosi.

La vicenda è riportata dal quotidiano Il Resto del Carlino: «Erano le 20, stavo innaffiando le piante sul terrazzo della casa di mia proprietà: non ci abito, ma ci vado spesso per dare una pulita e fare lavoretti in garage. A un certo punto ho sentito dalla strada qualcuno inveire contro di me». Maccaferri riconosce un uomo, spesso di passaggio nell’enoteca di sotto: «Voleva che scendessi perché lo avevo bagnato, anche se mentre innaffiavo lui era dentro il locale». Un pretesto.

Dopo qualche minuto Gino scende per tornare a casa. Senza più pensare a quelle minacce, alza la testa e vede l’uomo corrergli incontro con un coltello: «Gridava ‘Ti ammazzo leghista di m***a’. Poi mi ha spinto a terra e mi ha tagliato più volte con il coltello nel tentativo di ammazzarmi. Per fortuna qualcuno dall’enoteca gli urlato di fermarsi, io sono riuscito a liberarmi e mi sono rifugiato nel mio garage mentre lui scappava di nuovo dentro il locale»

Poco dopo l’aggressione, Gino ha detto di essere andato direttamente in caserma, ancora sanguinante: «E mentre arrivava il 118 per me, i carabinieri sono andati nell’enoteca, dove hanno trovato l’aggressore. Era ancora lì, pensa te…». L’uomo è stato denunciato a piede libero: l’accusa, sempre secondo quanto riportato dal Resto del Carlino, potrebbe ora oscillare tra lesioni gravi e tentato omicidio.